|   Vedi elenco prodotti

 

 

Dr. Bürklin-Wolf ha una solida tradizione storica che risale al 1597. Oggi, con un’estensione di vigneti di 85 ettari, è una delle realtà vinicole tedesche più estese ed importanti.
I vigneti sono un tesoro di siti “top-rated”, situati nel pittoresco paesaggio del Mittelhaardt, parte settentrionale del Palatinato (Pfalz), zona di coltivazione viticola prospera e ricca di tradizione, avviata dai romani circa duemila anni fa.
Come indicato nella principale didascalia delle presentazioni aziendali, “Dr. Bürklin-Wolf produce Riesling secchi di qualità mondiale dai vigneti tedeschi più preziosi”.

L’attuale proprietaria, Bettina Bürklin von Guradze ereditò la proprietà dai genitori nel 1990 e da allora ha condotto l’azienda con una sua visione personale. Rinnovando ciò che le era stato lasciato, si è focalizzata sull’obiettivo di produrre Riesling di altissima qualità in armonia con la natura.

Per raggiungere questo scopo, l’intera azienda è stata convertita ai metodi biodinamici, avviando il processo nel 2001 e ottenendo la certificazione ufficiale con l’annata 2008.
Questa impostazione produttiva assicura che la diversità e l’essenza di ogni “terroir” si rifletta e risulti perfettamente riconoscibile nei vari vini prodotti. La passione e il rispetto nei confronti di quanto è stato tramandato e la volontà di conservarlo per i figli e per le future generazioni è il punto focale della filosofia aziendale.

------------------------------------

Il sistema di qualità tedesco del 1971, tutt’ora in vigore, crea l’impressione che ogni vigneto sia adatto a produrre qualsiasi tipo di vino. All’interno di un unico vigneto le uve possono essere raccolte in tempi diversi e quindi in linea teorica, nel caso dei QmP (Quälitatswein mit Prädikat), ammesso che venga raggiunto un certo livello di densità nel mosto, si potrebbero produrre tutti i vini delle sei tipologie previste: Kabinett, Spätlese, Auslese, Beerenauslese, Eiswein e Trockenbeerenauslese.

La convinzione aziendale di Dr. Bürklin-Wolf è invece quella che ogni singolo vigneto è adatto a produrre una qualità massima predefinita, essendo ciò determinato principalmente dal terreno e dal microclima.
Già nel 1828 il Regno di Baviera emanò un decreto con una classificazione delle zone produttive secondo questo principio. Ispirati da questa logica e dalla similarità geografica del territorio a quello della Côte d’Or in Borgogna, l’azienda Dr. Bürklin-Wolf iniziò nel 1994 ad adottare una classificazione specifica determinata dalla qualità del terroir.
Venne quindi individuata una piramide di qualità, basata sulla classificazione del 1828 e sui principi francesi. I vini di Dr. Bürklin-Wolf con indicazione “G.C.” sono considerati i “Grand Cru del Mittelhaardt”, terroir eccezionali e rari, di grande personalità. I Riesling “P.C.” (Premier Cru) combinano i caratteri distintivi della regione di appartenenza con una affascinante espressione personale del territorio. Sia i vini G.C. che i P.C. vengono prodotti con fermentazione in ampie botti di legno e con lieviti naturali indigeni.
Un gradino più in basso si trovano i Riesling “village”, da vigneti selezionati ma non classificati situati a Wachenheim, Ruppertsberg e Deidesheim, i quali esprimono gli aromi e i gusti caratteristici dei comuni di produzione.
Il vino base prodotto da Dr. Bürklin-Wolf è il Riesling Trocken, da uve colte in diversi siti di proprietà in quattro comuni del Mittelhaardt.