|   Vedi elenco prodotti

 

 

Federico Simoni:
“Il Trentino è la mia casa ed è la terra che amo.
Ed è qui che, con la mia famiglia, creo i miei vini, nel rispetto per la natura che mi circonda e i valori in cui sono cresciuto. Gli ambienti ove sorgono i vigneti, sulle colline sopra Trento e in Val di Cembra, influenzano in maniera unica ed inimitabile le caratteristiche dei miei vini. Da questi terroir, dopo una vinificazione semplice ma precisa, nascono vini, che rispecchiano ciò che voglio ottenere con il mio lavoro: naturalità ed eleganza prima di tutto."

Maso Cantanghel è una piccola ma significativa realtà vitivinicola trentina. L’ambiente di media-alta collina (c.a. 460 m s.l.m.) in cui si trova, la natura del terreno e l’esposizione al sole, uniti ad una situazione microclimatica ottimale, sono elementi naturali che hanno permesso di sviluppare una viticoltura d’elevata qualità. Attualmente la superficie coltivata di Maso Cantanghel è di circa 6 ettari e si sviluppa su 4 vigneti. Tra cui due “Vigne” riconosciute all’interno della denominazione Trentino doc:

"Vigna Cantanghel", dove tutto è nato, è situata a 500 m s.l.m. nel comune di Civezzano ai piedi della catena del Lagorai. Il vigneto, isolato su un costone di roccia e delimitato da un tipico muretto a secco costruito nei secoli, si affaccia su un burrone a picco sul torrente Fersina. Il terreno è preavelentemente costituito da calcari e argille, che permettono un alto grado di permeabilità dell’acqua favorito anche dalla pendenza della collina. Qua, anche grazie all’esposizione a sud e ad un microclima unico, il Pinot Nero ha trovato un luogo ideale per dare il meglio di sé.

Adagiata alle pendici dell’abitato di Cembra, a ridosso del torrente Avisio, si trova la località Caselle, di qui l’omonima "Vigna Caselle", un luogo ameno, in cui il silenzio è interrotto solo dallo scrosciare del torrente sottostante. Il terreno risente dell’origine vulcanica della Valle di Cembra, la cui attività eruttiva e magmatica ha portato, in un susseguirsi di stratificazioni, alla formazione di rocce riolitiche e latitiche, tra cui spicca maggiormente il porfido quarzifero, l’”oro rosso” del Trentino. Il clima è fortemente influenzato dai venti che soffiano lungo la valle, in particolare il föhn, un vento caldo e secco. Qua coltiviamo il nostro Gewürztraminer.

"Sot SàS Cuvée" è la sintesi di Maso Cantanghel: tre terroir e tre vitigni che fanno parte della mia azienda: il Pinot Bianco coltivato a Serso (Pergine Valsugana – 650 m s.l.m.), lo Chardonnay della Vigna Caselle (Cembra – 450 m s.l.m.) e il Sauvignon Blanc della Vigna Cantanghel (Civezzano – 500 m s.l.m.). Questo vino deve il nome alle pareti di roccia sotto le quali sorgono i vigneti. La cuvée nobile di Maso Cantanghel si dona con elegante aromaticità, complessità e struttura, crema e morbidezza, che si possono apprezzare anche dopo diversi anni di invecchiamento. Tre terreni e tre terroir che impreziosiscono le note minerali di questo vino e sono immagine della viticoltura montana e genuina del Trentino. I terreni sono in parte sabbiosi con presenza di quarzo (Serso), calcarei (Vigna Cantanghel) e vulcanici (Vigna Caselle).